Foto

Photographer's Note

Exhibition in the sky of the Tricolour Arrows in city of Fano . Yesterday, by chance, going in my byke near the coast, I saw the festival of these great masters of aerobatics.

http://weaponsworld.forumcommunity.net/?t=44572958

In Workshop you can see the other two images.

Fano, 31 luglio 2011 - IN MIGLIAIA con lo sguardo rivolto al cielo. E’ così che la città della Fortuna ha reso omaggio al ritorno delle Frecce Tricolori, a distanza di 4 anni, con il ‘Fano Air Show’. Oltre 60mila i visitatori assiepati per la gran parte in spiaggia e all’anfiteatro Rastatt di Sassonia ma anche nei punti più panoramici di Fano; 24, i piloti per altrettanti veicoli, di cui 10 delle Frecce Tricolori; una decina gli atterraggi all’aeroporto fanese di turisti venuti per assistere alla manifestazione; più di 3 le ore di show adrenalinico.

Questi alcuni numeri della kermesse caratterizzata, in modo particolare dai looping, ricongiungimenti, aperture ad aquila, «voli folli» e dalle numerose altre figure compiute dai piloti della Pattuglia Acrobatica Nazionale il cui spettacolo è stato anticipato di una decina di minuti, alle 18, a causa di una perturbazione prevista ad Ancona, base temporanea dei velivoli di stanza a Rivolto, Udine. «Il rapporto con questi piloti — dice Ugo Diana, presidente Club Frecce Tricolori di Fano — si rafforza di anno, in anno. Stiamo già pensando alla prossima edizione». Ad anticipare la pattuglia tricolore, sono state una serie di dimostrazioni di velivoli sia storici, sia attuali: come la dimostrazione di volo dell’ex pilota militare Carlo Mariani compiute con il suo «Bolkov», piccolo velivolo di circa 8 metri o quelle degli aerei dell’Avio Club di Fano che ha trainato lo striscione celebrativo dell’evento. Presenti all’appuntamento anche Enzo Piacenti e le sue acrobazie sospese compiute con un RV6, i para e il canadair della Protezione civile, i jet cechi L39 Albatros e Francesco Fornabaio con il suo Extra 300, i piloti fanesi dello Yakitalia e la dimostrazione di soccorso con l’elicottero HH 3F SAR. Apprezzato anche il passaggio nel cielo dell’affascinante «Tiger Moth», lo storico aereo di base a Fano che ha partecipato alle riprese del film «La mia Africa».

«QUANDO lo spettacolo è terminato ho tirato un sospiro di sollievo – ha detto Antonio Rossetti, presidente Avio Club —. Preparare questo tipo di eventi è molto difficile perché bisogna tenere in considerazione numerosi aspetti tecnici». Soddisfazione anche da parte dell’amministrazione comunale: «Siamo orgogliosi di aver riportato a Fano – ha sottolineato l’assessore al Turismo Alberto Santorelli — questo importante evento. La città ha risposto con molta partecipazione e anche i turisti credo abbiano potuto godere di uno spettacolo fuori dal comune».

A concludere la serata è stata una cena di gala, all’hangar 3 dell’aeroporto fanese, alla presenza dei piloti delle Frecce Tricolori. A partecipare alla serata anche i titolari della Profumeria Taussi, vincitori del concorso «Miglior Vetrina» promosso dal «Fano Air Show». Qualche problema di viabilità al termine dell’evento: lo spostamento dei partecipanti accorsi in Sassonia ha causato un blocco del traffico per diversi minuti. Problemi ben più gravi per quanto riguarda gli spazi aerei: l’aeroporto di Rimini è stato infatti costretto alla chiusura durante le giornate dell’evento del 30 e 31 luglio (il sabato ci sono state le prove generali) per questioni di sicurezza come previsto dalla «chiusura degli spazi aerei della provincia di Pesaro e Urbino». «Non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione — ha detto Mauro Baldazzi, direttore Fano Air Show — e non ne sappiamo nulla».

di ALESSANDRA GASPARINI

nobuikehonda, francio64, s_lush, macjake, frunchy, stny, fritzi007, skippy007 ha contrassegnato questa nota come utile

Photo Information
Viewed: 1695
Points: 22
Discussions
  • None
Additional Photos by Igor Sadovy (ingvar) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 210 W: 98 N: 391] (2106)
View More Pictures
explore TREKEARTH