Foto

Photographer's Note

Amaseno si trova nel Lazio meridionale, a 110 Km. dalla Capitale, a 29,5 dal capoluogo di Frosinone, a 19 dal mandamento di Ceccano e a 38 dalla diocesi di Ferentino. E' situato precisamente nella valle superiore dell'Amaseno, che si allarga a mo' di anfiteatro tra i monti Lepini a Nord e gli Ausoni a Est- Sud-Ovest. Vi si accede con autostrada, sia dalla Pianura Pontina, risalendo sotto Priverno la valle inferiore dell'Amaseno (Km. 17), sia dalla Valle del Sacco, imboccando sotto Castro de' Volsci la discesa di Vallefratta (Km. 8,4). Qui immette anche la strada proveniente da Fondi che attraversa Vallecorsa. Amaseno è uno dei più vasti tra i 9 1 comuni della provincia di Frosinone; il suo territorio infatti nel complesso di pianure, colline e montagne raggiunge la notevole estensione di 77 Kmq. Esso confina con i comuni di Villa S. Stefano, Castro de' Volsci, Vallecorsa (della provincia di Frosinone), Monte S. Biagio, Sonnino, Roccasecca de' Volsci, Prossedi (della Provincia di Latina). Le montagne di Amaseno dalle groppe arrotondate, riunite a gruppi e solcate da valli minori, si elevano dai 700 m. fino ai 1090 m. con la punta di M. delle Fate. Nelle parti più elevate esse sono per lo più nude di vegetazione per la prevalenza e la compattezza delle roccie calcaree. Nei fianchi, meno sassosi, vi si abbarbicano macchie di mortella, carpini, lecci, olmi, quercie, salvie, ginestre... intercalate a magri pascoli. Nelle pendici dissodate invece, come nelle colline sottostanti, prosperano soprattutto l'olivo e la vite. Il suolo vallivo, costituito per la maggior parte di terre rosse (argilla ferruginosa) e alluvionali, abbastanza fertili, si presta molto bene alle culture più svariate. I prodotti principali del luogo sono rappresentati da cereali, olio, vino, legumi, ortaggi, tabacco, legna e bestiame. Nel vasto comprensorio del Comune scaturiscono poi numerose e fresche sorgenti; se ne contano 36 tra le più importanti; la maggiore di esse, Capo d'acqua, ha una portata media di 150 litri al secondo. Di queste fonti, analizzate da vari illustri clinici, come A. Baccelli, F. Ratti e L. Popolla, docenti all'Università di Roma, alcune forniscono ottima acqua da tavola, pura, leggera e digestiva; altre poi emettono acque minerali salubri, simili a quelle di Fiuggi, dissolventi e diuretiche, indicate nelle malattie dei calcoli urinari, della vescica, dei reni, ecc. Queste copiose sorgenti rendono inoltre un buon servizio all'agricoltura di tutta la valle fino all'Agro Pontino, alimentando il fiume Amaseno, che meritamente Virgilio chiama «Amasene pater » e « Amasenus abundans » (En. VII, 685; XI, 547). Il fiume nasce dalle montagne di Vallecorsa, raccoglie le acque di Vallefratta, del bacino di Amaseno, del fosso di M. Acuto, del rio di Roccagorga e, dopo un percorso di 40 Km. esce nelle Paludi Pontine presso Priverno, si unisce all'Ufente e va a sboccare nel Tirreno tra il Circeo e Terracina. La popolazione attuale di Amaseno supera i 4.000 ab. e si dedica prevalentemente all'agricoltura; di essa la metà circa risiede abitualmente in campagna, nelle molte case costruite sui poderi. Il vecchio centro abitato sorge su di una collinetta, a 112 m. sul livello del mare, presso le pendici del M. Civitella. Esso presenta il caratteristico aspetto medievale; gli gira tutt'intorno una cinta di mura turrite, in parte adattate ad uso di abitazione, in parte abbattute. Sul punto più alto del colle si eleva la mole massiccia del castello feudale. Le case sono di pietra calcarea scura, semplici e rustiche per la maggior parte; qua e là si notano alcuni palazzi settecenteschi, adorni di portali e finestre eleganti. Le vie sono strette e selciate; due piazze si allargano davanti alle chiese di S. Pietro e di S. Maria, alle due estremità del paese. Cinque sono le porte originarie d'ingresso al paese: Porta S. Maria, Porta del Caùto, Porta del Colle, Porta di Marco Testa, Porta Nova. Fuori la cinta delle mura cittadine sorgono graziose costruzioni moderne, quali il palazzo comunale, il monumento ai Caduti, l'edificio scolastico, l'asilo e varie case private.

www.amasenoonline.com

ciakgiak ha contrassegnato questa nota come utile

Photo Information
Viewed: 3150
Points: 92
Discussions
Additional Photos by Giorgio Clementi (Clementi) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 3694 W: 437 N: 9370] (52514)
View More Pictures
explore TREKEARTH