Foto

Photographer's Note

Dedico questa foto a Lisa, delpeoples, per il suo amore per l'arte, per il suo modo di esprimersi estremamente sincero e simpatico, per la sua gioia di vivere contagiosa, per la sua sensibilit.
Villa Adriana la villa costruita presso Tivoli, oggi in provincia di Roma dall'imperatore Adriano (118-138) come residenza imperiale. Si trova sui Monti Tiburtini, a circa 28 km (17 miglia romane) da Roma, dalla quale era raggiungibile sia per mezzo della via Tiburtina o della via Prenestina, sia tramite la navigazione sul fiume Aniene. L'area scelta si estendeva tra le valli dei fossi di Risicoli o di Roccabruna ad ovest e dell'Acqua Ferrata ad est, che, riunitisi, si gettano poi nell'Aniene; era ricca di acque e vi passavano quattro degli antichi acquedotti romani che servivano Roma (Anio Vetus, Anio Novus, Aqua Marcia e Aqua Claudia). Nei pressi esiste tuttora la sorgente di acqua sulfurea delle Acque Albule (Bagni di Tivoli), che era conosciuta ed apprezzata dall'imperatore. Nei dintorni inoltre erano presenti numerose cave di materiali da costruzione (travertino, pozzolana, tufo e calcare per la realizzazione della calce). Il Teatro marittimo - definizione non nota dalle fonti, ma corrente nell'uso - una delle prime costruzioni della villa, tanto che stata interpretata come la primissima, provvisoria residenza di Adriano nel sito. Le sue caratteristiche di separatezza rendono credibile l'ipotesi che il luogo costituisse il rifugio privatissimo dell'imperatore. La struttura, iniziata nel 118, fu edificata nei pressi della villa repubblicana. un complesso assai singolare, ad un solo piano, senza alcun rapporto con la forma abituale di un teatro romano, costituito da un pronao di cui non resta pi nulla, mentre sono riconoscibili la soglia dell'atrio e tracce di mosaici pavimentali. All'interno consta di un portico circolare a colonne ioniche, voltato. Il portico si affaccia su un canale al centro del quale sorge un isolotto di 45 metri di diametro, composto anch'esso da un atrio e da un portico in asse con l'ingresso, pi un piccolo giardino, un piccolo complesso termale, alcuni ambienti e delle latrine. La struttura non prevedeva alcun ponte in muratura che collegasse l'isolotto al mondo esterno, e per accedervi era necessario protendere un breve ponte mobile.

Nobody ha contrassegnato questa nota come utile

Photo Information
Viewed: 2119
Points: 28
Discussions
Additional Photos by Valter Palone (bayno) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 1344 W: 297 N: 2538] (18348)
View More Pictures
explore TREKEARTH