Foto

Photographer's Note

Rieti sotterranea

Prima della conquista romana Rieti, fondata probabilmente nell’età del ferro, era già un’importante città dei Sabini.
Sorgeva su un promontorio roccioso, circondata dalle acque paludose del Lacus Velinus, protetta da queste e da ripide pareti a strapiombo.
Nel 290 a.C. fu conquistata dai Romani guidati dal Console Marco Curio Dentato.
Dopo la conquista si presentarono ai romani due problemi, ambedue risolti col solito ingegno. Il primo, la bonifica della valle, fu ovviato con l’apertura di un canale che tagliava il banco di travertino creato nel corso dei secoli dalle acque calcaree del Velino e consentendo lo sfogo delle acque nella sottostante valle del Nera, creando così la meravigliosa cascata delle Marmore. Il secondo fu altrettanto ingegnosamente risolto creando un ponte a tre arcate che scavalcava il Velino, collegato al centro di Rieti tramite un imponente viadotto inclinato che conduceva fino alla Porta Romana, chiamata anche del Sole per la metopa ancor oggi visibile su uno dei palazzi affacciati sull’odierna Via Roma.
Quella che è oggi la principale via cittadina era l’antico cardo, ossia la via Salaria, l’antica via del sale, che da Roma transitando per Rieti e Ascoli Piceno giungeva fino al mare, resa sicura e al riparo dagli allagamenti dalla poderosa costruzione.

Nobody ha contrassegnato questa nota come utile

Photo Information
Viewed: 0
Points: 42
Discussions
  • None
Additional Photos by Silvio Sorcini (Silvio1953) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 18994 W: 130 N: 40109] (214029)
View More Pictures
explore TREKEARTH